Domenico Sammarco, figlio della terra di Manduria, nasce il 28 aprile del 1974. Dopo la maturità scientifica frequenta la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Parma e proprio in questa città porta avanti con successo i suoi obiettivi accademici ed inizia a sperimentare il mondo del lavoro.

Pur forte di una esperienza di vita fuori dell’alveo genitoriale, il richiamo delle radici della sua terra e del legame con i suoi familiari non viene mai meno, anzi, si fa sempre più intenso, sino a quando prende coscienza che il ritorno a Manduria è non solo una necessità ma soprattutto una fonte di ispirazione per il suo lavoro di avvocato civilista. Impegnato nel sociale e fortemente convinto delle potenzialità turistiche dei propri luoghi, dell’affascinante storia della città e della bellezza suggestiva del mare, nonché della calda accoglienza dei propri concittadini, diviene presidente dal 2013 della Pro Loco di Manduria, realizzando numerosi eventi e iniziative per la promozione del territorio.

Legato alle tradizioni locali, fa parte della Confraternita dell’Immacolata e appassionato dei riti legati alla “processione arborea” di pellegrinaggio al santuario di San Pietro in Bevagna, partecipa sin da bambino con il padre. Quale convinto ecologista è impegnato nelle difficili battaglie per preservare le meraviglie ambientali: diviene portavoce del Comitato noscaricoamare e porta la cittadinanza a protestare in numerose manifestazioni per evitare lo scarico a mare del depuratore consortile.

Grande amante degli animali, adotta due gatti, Ferro e Acciaio, che trova in un deposito di materiali metallici.

Foodblogger per passione, grande amante delle prelibatezze locali e sognatore compulsivo, fa dell’ottimismo e delle proprie competenze i suoi punti di forza per far sì che Manduria torni Grande!